Le dimensioni del pene contano? In questa pagina descriveremo le due facce della medaglia nel modo più imparziale che si possa immaginare.

migliaia di utenti soddisfatti




migliaia di utenti soddisfatti

 

Quanto contano le dimensioni del pene?

La verità sull'importanza delle dimensioni del pene

Molti, moltissimi uomini si chiedono se le dimensioni del pene contano e la presenza su internet di questi interrogativi mostra in modo inequivocabile questo interesse. Allo stesso tempo è notabile la mancanza di risposte convincenti. Su quante pagine di forum e di Yahoo! Answers le risposte a domande del genere si riducono a "ma no, le dimensioni non sono importanti, basta saperlo usare!". Sembrano risposte di circostanza e di consolazione e anche se la maggior parte di queste non tranquillizzano affatto chi è affetto dal complesso del pene piccolo, tuttavia, come vedremo, nella loro superficialità, queste hanno un fondo di verità (da notare che la maggior parte delle risposte sono corte perché molti rispondono solo nell'interesse di accumulare punti o di dire la propria senza approfondire).

Bisogna anche far notare che queste pagine e questi forum, spesso non lasciano molto spazio alla libertà di espressione, nel senso che, tranne alcuni blog, nella maggior parte di questi posti per poter intervenire bisogna essere un utente registrato e molte persone che avrebbero cose interessanti da dire, spesso desistono da questo proposito perché non hanno il tempo o la voglia di iscriversi a un sito e confermare l'iscrizione solo per rispondere a una domanda o esprimere un parere! Su Yahoo! Answers le cose vanno già un pò meglio perché Yahoo! è un sito talmente popolare che quasi tutti hanno già un account da qualche parte. Ma lì entra l'ambizione di guadagnar punti rispondendo al più gran numero di domande.

Ok, chiudiamo questa parentesi e veniamo al soggetto principale. Il bisogno di un'informazione realmente pertinente e approfondita su questo soggetto si fa sentire ogni giorno di più. Per questa ragione su un sito di sessualità maschile come il nostro, rispondere a domande del genere diventa un must have assoluto.

Dunque ripetiamolo: le dimensioni del pene contano? Molti penseranno che la maggior parte delle informazioni contenute in questa e in altre pagine sono di parte in quanto questo sito propone l'abbonamento a un programma di sessualità che offre anche esercizi di ingrandimento del pene. Quindi la prima risposta che vi aspettereste da noi è sí, che le dimensioni del pene contano moltissimo e pertanto è lecito voler ingrandire il pene. Eppure non è questo il nostro scopo. Siamo certi che non vi iscrivereste al nostro programma solo perché sviluppiamo qui tutta un'argomentazione per dimostrare che le dimensioni contano.

Al contrario, cercare di persuadervi con delle argomentazioni, non vi darebbe il vero convincimento. Quelli che si iscrivono al nostro programma perché vogliono ingrandire il pene lo fanno sicuramente perché hanno già le loro convinzioni in merito e sono già convinti, per le ragioni che loro ritengono importanti, che le dimensioni contano. Noi non abbiamo bisogno di convincere nessuno. Il nostro interese è realmente quello di dare una risposta imparziale e giustificata a questi interrogativi, in modo che coloro che si iscrivono non lo fanno perché si sentono inadeguati, ma solo perché vogliono migliorare un aspetto estetico del loro corpo.

Quindi vi diciamo subito che l'importanza delle dimensioni del pene è soltanto relativa a come consideriamo l'argomento. Da punto di vista fisico e fisiologico, le dimensioni del pene non contano per niente. Le donne non si eccitano e non provano piacere soltanto per le dimensioni di un aspetto del nostro corpo, primo perché la sessualità femminile non è visuale come quella dell'uomo (le donne si lasciano sedurre più che altro dall'insieme della nostra persona e non da un singolo aspetto fisico), secondo perché la sessualità femminile non è localizzata nei genitali come nel caso dell'uomo, l'aspetto emotivo e il coinvolgimento fisico generale in una donna contano molto di più (è molto più importante eccitarla prima di penetrarla piuttosto che passare all'atto contando solo sul nostro pene) e terzo perché fisiologicamente la vagina umana è uno spazio potenziale in grado di adattarsi a oggetti di qualsiasi dimensione, da un neonato a un dito. Questo punto si può provare riflettendo sul fatto che una donna può raggiungere l'orgasmo con falli di plastica molto più grandi di un pene medio, così come lo può raggiungere con un pene. E lo può raggiungere addirittura con un dito quando si masturba (e un dito è molto più piccolo di qualsiasi pene).

Perché? La risposta è che nella donna, il ritmo, il contesto e le particolarità di una stimolazione sono indipendenti dall'oggetto di cui questa si serve. Ovviamente un pene è preferibile a un dito, eppure è risaputo che molte donne hanno problemi di anorgasmia proprio durante il coito mentre spesso non hanno difficoltà a raggiungere l'orgasmo mentre si masturbano.

E finalmente, ricordiamo che, a prescindere dall'adattabilità della vagina, non tutte le vagine hanno le stesse dimensioni. Ci sono donne con la vagina più stretta o più piccola, per le quali una penetrazione a mezzo di un pene grande potrebbe risultare dolorosa e quindi richiedere una maggiore eccitazione preliminare. Mentre ci sono altre donne la cui vagina è più dilatata, a loro farebbe più comodo un pene più grande, ma solo fino a un certo punto, perché tutto dipende anche dalla conformazione vaginale rispetto al clitoride. In media, anche un pene di 12 centimetri è in grado di soddisfare una donna.

Quindi tutto è relativo e avere un pene grande non è sempre auspicabile. Ma mettiamo anche la ciliegina sulla torta: la maggior parte delle donne è semsibile soprattutto al livello del clitoride, oppure nei primi tre quarti dell'apertura vaginale. Un pene più piccolo ha maggior libertà di movimento quando si tratta di stimolare queste zone. E finalmente avere il pene grande non è una condizione sine qua non per eccitare una donna. Un pene alla Rocco Siffredi può far impazzire una donna già eccitata, ma spaventerebbe qualsiasi altra.

Ci dispiace per in nostri concorrenti che dicono che le dimensioni contano per vendere i loro prodotti, ma la nostra conclusione è che, da punto di vista fisico, le dimensioni del pene non contano affatto.

Dunque voler ingrandire il pene è solo un'ossessione maschile?

Quel che abbiamo appena detto sembra dare scacco matto all'idea secondo la quale le dimensioni del pene contano. È vero che fisicamente non contano, ma se possiamo dire parecchie cose a sfavore dell'importanza delle dimensioni, ne esistono parecchie altre a favore.

Innanzitutto è vero che non è necessario avere un pene grande per soddisfare sessualmente, ma il fatto che non sia necessario non significa che non abbia importanza. Le dimensioni del pene hanno la loro importanza, innanzitutto perché piace a chi ce l'ha e poi danno maggior sicurezza, sarà pure infondata, ma è una sicurezza che fa piacere. Dunque, questo sarebbe già un argomento sufficiente per legittimare il desiderio di ingrandire il pene. Perché difatti non dovremmo voler ottenere una cosa che ci fa piacere? Certo, se ciò dovesse comportare una chirurgia non sarebbe assolutamente giustificato, soprattutto se abbiamo un pene normale e vogliamo ingrandirlo per ragioni estetiche. Ma è perfettamente lecito voler raggiungere questo scopo mediante un semplice allenamento naturale.

Dunque le dimensioni del pene hanno un'importanza soprattutto estetica, cosmetica. Nel caso di una vagina dilatata, può facilitare il senso di pienezza durante la penetrazione e anche facilitare molte posizioni sessuali dove l'orgasmo femminile con un pene più piccolo sarebbe più difficile. Inoltre, anche dal punto di vista eccitativo, un pene grande non è certo un fattore scatenante, ma contribuisce grandemente, in quanto può risultare sessualmente più eccitante a molte donne. Le donne in genere non danno troppa importanza alle dimensioni del pene, eppure un pene grande è definitivamente in grado di impressionare quando non esistono altri impedimenti.

Il pene è l'ultima cosa che viene vista da una donna, quindi non aiuta molto all'ora di sedurre, ma avere un grande bozzo è qualcosa che ci fa sentire meglio e ci rende più propensi ad essere audaci nella seduzione. Inoltre il fatto di sapere che al momento di passare ai fatti nessuna donna sorriderà mai del nostro pene, ci da una sicurezza alla quale non vorremmo mai rinunciare. Inoltre chi ha detto che un pene grande lascia insensibili le donne? Certo siamo d'accordo che qualsiasi pene è in grado di soddisfare una donna. Qualsiasi pene significa che anche un pene grande ci riesce, quindi tra il soddisfare con molto e il soddisfare con poco è preferibile la prima variante. Un pene grande può essere sfruttato per eccitare ancora di più e quindi fare impazzire la nostra partner come menzioniamo altrove nel sito. E il fatto che una donna ci vede soprattutto nell'insieme della nostra persona e non in un dettaglio non significa che non possiamo sfruttare i nostri migliori dettagli per metterli in valore. È come avere o non avere gli occhi verdi. Se li abbiamo, vale la pena metterli in mostra con le donne che sono attratte da quegli occhi. Non siamo certo disposti a nascondere i nostri punti forti no?

La cosa migliore di tutte è che le dimensioni del pene sono un aspetto rimediabile! Non è come altre cose del corpo che non si possono cambiare. Le dimensioni del pene possono essere cambiate, il pene può essere ingrandito! E non abbiamo bisogno di pillole, operazioni dubbiose o marchingegni vari e possibilmente pericolosi. Lo possiamo fare con un semplice, sano e salutare allenamento. Un pene grande non è tutto, ma potendolo avere chi non lo vorrebbe? Un pene grande non è necessario, ma quanto ci farebbe sentir bene averlo. Un pene grande fa bene l'amore e fa bene all'amore, non è certo indispensabile per poter essere buoni amatori, ma sicuramente aiuta dal punto di vista psicologico sia dell'uomo che della donna, poche donne gli danno veramente importanza, ma allo stesso tempo chi negherebbe la loro esperessione di stupore davanti a "quel" dono?