Tutto sulla pratica della circoncisione e a cosa server.

migliaia di utenti soddisfatti




migliaia di utenti soddisfatti

 

La circoncisione

Cos'è la circoncisione?

La circoncisione è un'operazione chirurgica il cui proposito è rimuovere parte o totalità del prepuzio, vale a dire lo strato di pelle retrattile che ricopre il glande del pene. Perché viene eseguita? Può essere eseguita per svariate ragioni. Per ragioni religiose, rituali, culturali, igieniche, personali o mediche. Certo la circoncisione rimane una scelta controversa, perché alla luce razionale dei fatti soltanto per ragioni mediche suele essere veramente giustificata, per esempio nel caso di fimosi, dove la punta del prepuzio è troppo stretta o troppo poco elastica da permettere lo scoprimento del glande durante l'erezione (cosa che volgarmente viene chiamata "scappellamento") e questo può provocare dolori e scomodità nell'atto sessuale.

Comunque, alcuni uomini si fanno circoncidere per ragioni puramente estetiche o igieniche. Sono persuasi dal fatto che la circoncisione aumenti l'igiene del pene e riduca il rischio di infezioni, oppure di provare maggior piacere sessuale e aumentare l'estetica del pene, mito derivante dalla gran diffusione di film pornografici americani dove gli attori, generalmente ben dotati, sono per lo più circoncisi per questioni convenzionali e igieniche.

Eppure il nostro prepuzio non sta lì per nulla. Non è vero che la circoncisione aumenti il piacere sessuale, mentre investigazioni recenti hanno dimostrato che la circoncisione non apporta nessun beneficio fondamentale di igiene. È vero che nella terminologia morale vittoriana, la parola "igiene" ha un'accezione più estesa che si confonde con il termine di purezza, cioè non masturbarsi e ridurre il piacere al minimo (e non è neppure vero che la circoncisione riduca il piacere). Ma in definitiva la circoncisione è una pratica che andrebbe fatta soltanto quando specifiche necessità mediche lo richiedano. Per tutti gli altri casi è totalmente inutile, ovviamente se è una questione di gusto, i gusti non si disputano.

Ad ogni modo, se avete deciso di intraprendere l'operazione della circoncisione e volete saperne il più possibile prima dell'intervento allora questa pagina fa per voi.

La circoncisione: l'operazione

Prima di tutto non allarmatevi da quello che leggete sui forum. Difatti su questi posti si trova sempre qualcuno che descrive l'operazione come una cosa terribile con forti dolori anche parecchi giorni dopo l'intervento. Non è vero. Tranne forse il primo giorno, in tutti i giorni successivi il dolore è perfettamente trascurabile. Gli esperti descrivono la circoncisione come un'operazione semplice. Qui il termine "semplice" rimane una questione aperta. È vero che, chirurgicamente parlando, si tratta di un intervento semplice. Che però può non esserlo per niente per il paziente che lo subisce dato che la zona da trattare è così delicata e al tempo stesso così importante. Quindi la circoncisione è semplice, ma allo stesso tempo non lo è, dipende dai punti di vista. Però per convenzione diciamo che è semplice, perché almeno c'è da riconoscere che è un intervento ambulatorio, cioè si esce dall'ospedale il giorno stesso che ti operano, non c'è bisogno di ricovero e questo è già un fatto confortante!

Come si svolge la circoncisione? Può essere svolta in sala operatoria o in ambulatorio. Prima di tutto vi daranno una crema anestetica, cioè un'anestesia all'anestesia, in quanto la crema servirà solo a ridurre il fastidio o il dolore provocato dall'anestesia vera, che consiste in varie iniezioni al pene, simili a quelle del dentista, ma di durata maggiore. Alcuni soggetti temono l'iniezione ancor di più dell'operazione stessa. Tranquilli, in realtà è meno fastidiosa di quella del dentista.

L'operazione in sè dura meno di un'ora ed è totalmente indolore. Comincia qualche minuto dopo l'anestesia e il paziente non si accorgerà neppure cosa gli stanno facendo. Il miglior consiglio in questo caso è questo: rilassatevi il più possibile. Se vi rilassate e vi intrattenete ascoltando musica, per esempio, non vi accorgerete neppure del passare del tempo, altrimenti se rimanete in tensione tutto il tempo diverrà stressante e non vedrete l'ora di uscire, il che ovviamente non è buono.

La circoncisione: il post operatorio

Questa è la fase più temuta da tutti coloro che si preparano alla circoncisione. Come sarà il post operatorio? È vero quello che dicono sui forum, cioè che i punti tireranno spaventosamente, guai ad avere un'erezione involontaria, non potrete urinare senza dolore e via dicendo? Ebbene tutto questo dipende. Alcuni uomini accusano fastidi maggiori di altri. Comunque nella maggior parte dei casi il dolore sarà minimo e limitato al massimo al primo giorno. Per quanto riguarda il bruciore quando andate in bagno questo potrebbe verificarsi solo nei casi in cui avevate una fimosi serrata che aveva fatto aderenza al glande.

Per quanto riguarda le erezioni spontanee queste sono inevitabili, tutti gli uomini ne hanno mentre dormono e spesso non se ne accorgono nemmeno. I punti tireranno un pò ma non faranno male perché sono stati scelti e messi tenendo conto di questa eventualità inevitabile. E non si strapperà niente, semplicemente lasciate fare e non preoccupatevi. Tutto andrà bene.

Sicuramente avrete delle istruzioni igieniche e mediche post operatorie da seguire che dovrete seguire alla lettera. Noterete un certo gonfiore, ma è normale. Fate in modo che il pene resti sollevato in modo da ridurre questo stato. Le perdite di sangue saranno minime. Prendetevi una settimana o due di riposo, anche se non avrete dolore evitate di fare movimenti bruschi, o di avere attività sportive o stressanti. Se prendete antibiotici non potrete consumare nessun tipo di bevanda alcolica fino a qualche giorno dopo il termine della somministrazione. I punti cadranno da soli in 2-3 settimane, perché si tratta di punti speciali, non sono di quelli che bisognerà togliere e questo tranquillizzarà molti di voi.

Conclusioni sulla circoncisione

Sebbene a detta dei medici la circoncisione sia un intervento assolutamente semplice e sicuro è pur sempre un intervento chirurgico e qualsiasi intervento chirurgico non è esente da rischi al 100%. Quindi a ragione degli argomenti menzionati all'inizio, riteniamo che la circoncisione sia un intervento che dovrebbe essere fatto solo in caso di necessità medica. Non è un intervento che dovreste fare per ragioni futili, ma allo stesso tempo non dovreste preoccuparvi affatto se il vostro medico lo ritenesse opportuno in caso di fimosi o di altri problemi legati al prepuzio. Nel caso della circoncisione fatta per ragioni mediche, il più delle volte si tratta di una circoncisione parziale e molto raramente totale. Per cui, la maggior parte delle volte non dovrete neppure avere la preoccupazione di dovervi abituare a un pene circonciso e a dovere vivere con il glande scoperto tutto il tempo. Il 90% delle circoncisioni mediche prevedono la rimozione soltanto di una piccola parte del prepuzio, quindi nella maggior parte dei casi potrete continuare a vivere con il glande coperto.